Lettera al Sindaco Bottone: “ombre sulla gestione della Gori?”. I Paganesi chiedono chiarezza, al più presto!

Considerata la gravità delle cose di cui sto per parlarvi, tanto per sdrammatizzare, un pizzico di ironia ci sta proprio bene, come ad esempio: “A quanto sembra, la Gori farebbe acqua da più parti”.

MELLANO - GORI

Un articolo del 4 maggio scorso, pubblicato su “La Città di Salerno”, comprende una serie di fatti riguardanti la Gori, fatti che meritano chiarimenti per rispetto agli utenti. Eccone alcuni: 1) la Gori deve rimborsare ai cittadini 11 milioni di euro; 2) tariffe troppo elevate; 3) partite pregresse; 4) tassa sulla depurazione; 5) multa di 500mila euro alla Gori.

Intanto, anche se di competenza del governo centrale, due aspetti importanti meritano di essere sottolineati:

1) Attraverso un referendum, la sovranità popolare si espresse per il NO alla privatizzazione dell’acqua, ma considerato che il Sistema Italia è stato “capovolto”, tanto per usare un eufemismo, siamo qui a trattare della gestione discutibile della Gori, una gestione privatizzata bocciata dagli elettori;

2) Il mondo scientifico è universalmente concorde nell’affermare che l’acqua è un bene indispensabile alla salute, un bene di cui non è possibile farne a meno. Ma il governo non ha tenuto conto di questo aspetto. Infatti, l’Iva sull’acqua è del 10% e non del 4%, aliquota prevista per i beni essenziali.

3) Anche se non di competenza del governo centrale, c’è un altro aspetto riguardante la salute dei cittadini che bisogna chiarire, possibilmente attraverso la relazione di un nefrologo universitario. Ecco di cosa si tratta. E’ noto a tutte le famiglie che gli apparati attraversati dall’acqua, quali rubinetti, sciacquoni e lavatrici, sono spesso intasati da deposito di calcare. Domanda rivolta al nefrologo: è possibile che bevendo l’acqua che sgorga dal rubinetto, i reni e gli apparati ad essi correlati possano subire danni da eventuali depositi di calcare?

Tornando ai fatti pubblicati da La Città di Salerno, i cittadini non possono e non devono essere solo chiamati a pagare gabelle senza spiegazioni, ma hanno il diritto alla trasparenza amministrativa. Pertanto, fatte mie le sollecitazioni di alcuni cittadini, confido nella collaborazione del Sindaco, che mi auguro non vorrà risparmiarsi nel fare i passi necessari presso la Gori, a beneficio dei suoi amministrati. E’ auspicabile la venuta a Pagani di un esponente apicale della Gori, per portare tutti i chiarimenti richiesti, magari lasciando traccia scritta delle sue affermazioni.

Enzo Mellano  – 7 maggio 2018

SEGUITECI SU –>> Faro Network

One Response to Lettera al Sindaco Bottone: “ombre sulla gestione della Gori?”. I Paganesi chiedono chiarezza, al più presto!

  1. Giovanni Del Cedro scrive:

    NON COMMENT ! ?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.