DIGITAL MARKETING, IL MESTIERE DEL FUTURO. PARLA ALDO: “COSÌ VALORIZZIAMO SUL WEB IDEE, SAPERI E CONOSCENZE”

“Non sopravvive la specie più forte, ma quella che si adatta al cambiamento”. Quanto sia cambiato il mondo, l’economia, la borsa, il mercato, il lavoro, con l’avvento del digital, lo sappiamo tutti.

Articolo CARLA

Oggi il mondo del lavoro è totalmente contaminato dal digitale e in questa nuova concezione, in questo nuovo approccio all’economia del lavoro, davvero sopravvive solo chi si adatta al cambiamento. Nello lo scenario degli antichi mestieri che stanno scomparendo, si affacciano e fanno capolino nuovi mestieri che caratterizzano il futuro.
Al primo posto tra i mestieri del futuro c’è il digital marketing; anche il mondo accademico ne è consapevole. È stato dimostrato che la maggior parte delle lauree ora in vigore, saranno presto obsolete, e stanno così nascendo nuovi corsi di laurea. Ovviamente il “titolo” è importante, ma quello che all’università, non insegnano, è guardarsi intorno, studiare e analizzare il presente, in virtù del passato.
Passato e presente sono imprescindibili. Ma studiare il passato è utile solo se propedeutico alla comprensione del presente, per analizzare i processi storici che ci hanno portato all’attuale stato delle cose. Questo però nelle università italiane non è tenuto in considerazione.

Allora, che percorso dovrebbe fare una persona che si vuole specializzare nel mestiere del futuro?
«Innanzitutto partiamo da un presupposto: imprescindibile dal percorso formativo, è la propria indole, in particolare, la velleità a elaborare strategie, ad essere dei veri e propri atleti che mettono in campo delle strategie di vincita».

Aldo, l’esperienza e il contatto col cliente per comprendere le sue esigenze sono i tuoi cavalli di battaglia. Ma come ci sei arrivato?
«Studio, ma anche e soprattutto un’innata capacità nel capire la persona che si ha davanti. Credo che un consulente che si occupi di digital marketing oltre ad avere una conoscenza della materia di cui si occupa debba soprattutto entrare in empatia con il cliente. Mettersi nei suoi panni, valutare le sue preoccupazioni, superare gli ostacoli e condividere le strategie giuste sono le attività che danno il senso di una collaborazione mirata a ottenere risultati importanti».

Digital Marketing e sport, come si sono intersecati nella tua vita?
«In maniera indissolubile, perché lo sport riesce a darti quegli elementi che consentono di fissare degli obiettivi e provare sempre a superarli. È la logica del lavoro, del sacrificio che si spinge fino alla consapevolezza dei propri mezzi. Ecco lo sport aiuta in questo il digital marketing: a farlo diventare uno strumento per raggiungere risultati importanti».

Oggi, scrivere un contenuto senza veicolarlo equivale a non farlo mai leggere. Quali sono gli strumenti che utilizzi per rendere un contento visibile sul web?
«Puoi essere anche un poeta o un narratore dalle doti sopraffine, ma a cosa serve se poi quelle cose le leggi tu da solo? Arrivare alla visibilità sul web deve essere un obiettivo da raggiungere con mezzi diversi. Da un lato il sapiente utilizzo della tecnica digitale, della collocazione dei contenuti in posti di rilievo sul web. Dall’altro, però, serve l’utilizzo di parole chiave, una narrazione brillante che faccia appassionare. Chi legge un testo deve trovarlo interessante, deve trovarne spunti da condividere. È così che nasce la viralità di un testo: passando dalla sua capacità di emozionare a quella di diventare quasi un modello. Qualcuno ti imiterà, qualche altro ti copierà. Tutti ti ammireranno»”.

Perché è importante investire nel digital marketing?
«I dati parlano chiaro, il 2019 è stato il primo anno dove la spesa pubblicitaria online ha superato quella tradizionale. Le aziende oggi non possono più prendere sotto gamba il web, il bacino di utenti che è possibile raggiungere è grandissimo ma senza la giusta formazione e investimenti oculati, si rischia di bruciare risorse importanti».

A quali aziende conviene di più?
«Non ci sono categorie specifiche. Il digital marketing è il futuro per qualsiasi impresa o professionista che vuole allargare il suo raggio d’azione. Agenzie di viaggi, Abbigliamento, Aziende di prodotti, e-commerce sono solo alcuni dei settori dove abbiamo operato portando eccellenti risultati grazie a sistemi di marketing efficienti».

Carla Schiavo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
error

Segui Faro Network sui social