Tag Archives: Bankitalia

Bankitalia: nel 2016 il debito pubblico è aumentato di 45 miliardi

Al 31 dicembre 2016 il debito pubblico era pari a 2.217,7 miliardi, in aumento dai 2.172,7 miliardi di fine 2015 (pari al 132,3% del Pil). Lo rende noto la Banca d’Italia.

Bankitalia, Visco dagli USA: benefici dai migranti nel mercato del lavoro

WASHINGTON – L’integrazione dei migranti nel mercato del lavoro può avere benefici nel lungo termine. Ma serve un’attenta considerazione delle dimensioni della crisi per accomodare gli interessi dei migranti e dei paesi che li ospitano in iniziative di sviluppo e decisione per l’allocazione delle risorse.

Bankitalia: raddoppiati gli italiani in povertà assoluta, 7% della popolazione

La crisi ”ha raddoppiato l’incidenza della povertà assoluta”: si è passati da 2milioni del 2007, che rappresentavano il 3% della popolazione, a 4 milioni stimati oggi, pari al 7% della popolazione. I minori in condizioni di povertà assoluta sono un milione, pari al 10% del totale.

Banche, Bankitalia: Visco insulta i truffati definendoli “analfabeti funzionali”

Bankitalia: dopo aver contribuito a truffare i risparmiatori col salva banche,Visco Governatore di Bankitalia, dall’alto del suo stipendio e dorata pensione (che non si cumula), offende le vittime con l’epiteto di analfabeti funzionali. Visco si vergogni con l’intero direttorio, per non aver impedito esproprio criminale del risparmio.

Bankitalia: il debito pubblico sale a 2.191,7 miliardi, +55,8 miliardi nel 2015

IL DEBITO DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE È AUMENTATO IN SETTEMBRE DI 7,0 MILIARDI RISPETTO AD AGOSTO, ATTESTANDOSI A 2.191,7 MILIARDI.

Tutta la verità sul debito pubblico. Una bomba in mano a Bankitalia e banche

Enrico Letta, Presesidente del Consiglio dal 28 Aprile 2013

Enrico Letta, Presesidente del Consiglio dal 28 Aprile 2013

Il premier Letta dovrebbe astenersi dallo sbandierare il micro-calo nel pericoloso indebitamento dell’Italia.

ROMA (WSI) – A poco valgono le grida di giubilo del presidente del consiglio, Enrico Letta che, a proposito del lieve calo (-0,4%) toccato nel terzo trimestre 2013 dal debito pubblico italiano per la prima volta in due anni, mercoledì ha dichiarato: “Un’altra riprova della bontà del cammino di politica economica intrapreso, un nuovo segnale che ci incoraggia a proseguire sulla strada delle politiche per la crescita, nel rispetto della tenuta dei conti pubblici”.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.