LA VITTORIA DEL M5S: SÌ AL REDDITO DI CITTADINANZA PER TUTTI!

 

Il Reddito di cittadinanza non è più una speranza, è diventato realtà! Con 451 sì, 147 no e 42 astensioni, il Parlamento europeo ha detto di sì alla proposta del gruppo Efdd, Movimento 5 Stelle! Il rapporto è un road map per azzerare la povertà in Italia ma anche in Europa. Infatti, l’Italia insieme alla Grecia è l’unico Paese a non prevedere un reddito minimo per tutti i cittadini.

La Vittoria del M5S

Fra le misure approvate possiamo trovare: l’uso del Fondo sociale europeo per cofinanziare il reddito di cittadinanza; una direttiva della Commissione europea vincolante per tutti gli Stati membri.

Ed ancora: reddito di cittadinanza per tutti i cittadini colpiti dalle recessioni economiche è uno strumento di inclusione attiva, promuove la partecipazione e l’inclusione sociale; l’indicazione di un importo per la determinazione di questo reddito: il 60% del redito medio nazionale.

Questo voto è la rivincita degli ultimi, di quelli che subiscono l’onta della povertà e dei cittadini umiliati dai tagli e dalle politiche di austerità. Con il Movimento 5 Stelle nessuno può rimanere indietro!

Laura Agea, Efdd Movimento 5 Stelle Europa, ha fatto un intervento nella plenaria di Strasburgo dicendo: “La povertà è un problema europeo causato proprio dalle sue politiche scellerate. L’ultima speranza per mettere un freno all’emergenza della povertà è la volontà da parte di tutti i Paesi di adottare un reddito minimo che restituisca vita e dignità ai quasi 120 milioni di cittadini europei che non riescono più ad arrivare alla fine del mese”.  Non è finita qui, per sapere di più di ciò che è stato detto guarda il video qui sotto e diffondi questa bellissima notizia.

Fonte

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.