IL WSJ BASTONA L’EUROPA: “SBAGLIA A SFIDARE ROMA”

Questa volta le cose vanno in modo diverso. Il Wall Street Journal sostiene il governo italiano nella sua battaglia contro l’Europa.

Il Wsj bastona l'Europa

Questa volta le cose vanno in modo diverso. Il Wall Street Journal sostiene il governo italiano nella sua battaglia contro l’Unione Europea dopo la bocciatura della manovra. Il più noto quotidiano economico degli Stati Uniti mette in guardia Bruxelles affermando che i “mandarini Ue hanno scelto la guerra sbagliata contro Roma”. In un editoriale dello scorso 23 ottobre, come ricorda affaritaliani, la posizione del Wsj è fin troppo chiara: “Se Bruxelles vuole veramente vincere una battaglia sul bilancio – spiega l’editorialista – dovrebbe preoccuparsi meno di dubbiosi target di bilancio e più delle politiche che aiutano l’Italia a crescere”.

Di fatto nel conflitto che si sta consumando sulla manovra c’è il rischio che la bocciatura inflitta all’Italia possa diventare una sorta di boomerang per la stessa Unione Europea. Il Wsj poi diffida l’Ue su possibili sanzioni all’Italia o da possibili tagli alla manovra che potrebbero portare all’eliminazione della flat tax: “Nessuno alla Commissione Europea sembra in grado di distinguere fra tagli delle tasse che aumentano gli incentivi alla crescita e spesa che non lo fa”. Infine il quotidiano sottolinea un aspetto. Se da un lato alcune misure della manovra vanno nella direzione del welfare e dell’assistenzialismo, altre invece vanno nella direzione della crescita.”Queste – conclude il Wsj – vanno sostenute da Bruxelles”.

Luca Romano  – 26 ottobre 2018

Apri Faro Network e clicca su Mi piace

CONDIVIDI

One Response to IL WSJ BASTONA L’EUROPA: “SBAGLIA A SFIDARE ROMA”

  1. Giovanni Del Cedro scrive:

    IL DILEMMA E’ SEMPRE LO STESSO. HANNO PAURA DI NON RIUSCIRE PIU’ A GESTIRCI.(QUESTI BA…….DI ! )

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.