Tag Archives: Istat

Istat certifica: nessuna ripresa, crescita zero nel secondo trimestre

Roma, 12 ago – Il Pil del II trimestre è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente mentre su base annuale la crescita è stata pari a +0,7%. E’ quanto indica l’Istat nella stima preliminare. Si tratta di una frenata rispetto al I trimestre quando la variazione del Pil era stata pari a +0,3% su base congiunturale e +1,0% su base annuale.

Impressionante, mai così tanti suicidi in Italia. E i dati Istat sono fermi al 2013

Sono circa 4mila (in prevalenza uomini adulti) le persone che ogni anno in Italia decidono (e riescono) a togliersi la vita con i metodi più disparati.

Istat: cala a dicembre la fiducia di imprese e consumatori

ISTAT - 250

ROMA (WSI) – IN CALO IN ITALIA L’INDICE DI FIDUCIA DEI CONSUMATORI, CHE SCENDE A 117,6 DA 118,4 DEL MESE PRECEDENTE. A RENDERLO NOTO GLI ULTIMI DATI ISTAT CHE CONFERMANO IL PEGGIORAMENTO DEL CLIMA DI FIDUCIA DI CONSUMATORI E IMPRESE.

Istat: tre milioni di famiglie stentano a pagare le bollette

Tre milioni di famiglie italiane, pari all’11,7% del totale, si trovano in difficoltà con il pagamento delle spese per la casa. Lo riferisce l’Istat in un dossier diffuso in occasione di un’audizione del 3 novembre sulla legge di stabilità, che sottolinea come lo scorso anno oltre una famiglia su dieci si sia trovata almeno una volta in arretrato con il pagamento delle rate del mutuo o di quelle dell’affitto o delle utenze domestiche.

Inflazione. Longobardi (Unimpresa), dati Istat dimostrano che il bonus 80 euro non ha funzionato

“IL BONUS DA 80 EURO PURTROPPO NON HA FUNZIONATO E I DATI DIFFUSI OGGI DALL’ISTAT, SIA QUELLI SULL’INFLAZIONE SIA QUELLI SUI CONSUMI, DIMOSTRANO CHE L’INTERVENTO VARATO DAL GOVERNO LO SCORSO ANNO NON HA PRODOTTO, FINORA, GLI EFFETTI SPERATI.”

Popolazione in Italia, Istat: 61milioni di residenti, 5milioni stranieri

ISTAT - 250

A gennaio 2015 i residenti in Italia ammontano a poco meno di 61milioni, dei quali oltre cinque milioni (8,3%) sono cittadini stranieri. Lo rileva l’Istat nel Rapporto annuale 2015. Romeni, albanesi, marocchini e cinesi sono le quattro comunità più diffuse in Italia.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Inoltre, non richiede né percepisce contributi pubblici per l’editoria. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.